Aprire un profilo aziendale su Pinterest: pro e contro

Pinterest Profilo Aziendale
Quando si sente parlare di Pinterest, si associa quasi sempre il social network ad una piattaforma finalizzata alla sola condivisione di foto e immagini racchiuse in board.

Ma Pinterest offre un mare di possibilità che spesso gli utenti, i brand e le aziende non riescono a cogliere in toto.
Se ad esempio un'azienda decide di iniziare una campagna di sponsorizzazione sui social network, il primo passo importante che viene eseguito( a volte anche l'unico!) è la "creazione di una pagina aziendale su Facebook".

Mai si pensa di aprire un account anche su servizi diversi di social networking, che magari offrono una serie di possibilità maggiori per la propria azienda.

Oggi vi mostriamo alcuni pro e contro nell'aprire un proprio account Pinterest per sponsorizzare la propria attività.
Pro

E' caldamente consigliato aprire un account su Pinterest a tutte le attività ricreative , ai piccoli marchi di moda , a chi lavoro nell'artigianato, nel mondo della cucina e a tutti coloro che hanno una piccola rete di vendita.

Condividere Board con prodotti innovativi potrebbe aumentare il proprio pubblico, così come l'utilizzo di strategie di mercato che offrono prodotti omaggio agli utenti più attivi.

Pinterest risulta utile anche a chi vuole proporre una nuova offerta di lavoro ( come le social media agency), che spesso ricercano i loro dipendenti sul portale Linkedin.
Pinterest in quest'ottica potrebbe offrire un nuovo tipo di annuncio per cercare lavoro, basato su immagini che richiamano le competenze necessarie per quel particolare tipo di lavoro: un aspetto da non sottovalutare.

Contro

Chi non dovrebbe aprire un profilo Pinterest? 
Sebbene sia arduo dare un consiglio di questo tipo, ,l'apertura di account aziendale su Pinterest è sconsigliato ad aziende che operano in campi come l'edilizia, la tecnologia etc.

Condividere foto potrebbe non risultare sufficiente alle attività sopra elencate, che ad esempio potrebbero pensare a diversi canali di sponsorizzazione. ( per la tecnologia Twitter è il social ideale , ad esempio).

2

  1. Anonimo ha detto...:

    Molto, troppo vaga la parte relativa ai "contro"...
    Hai pecificato solo 2 macro-categorie e non hai descritto in maniera dettagliata perchè.

  1. Nazareno Donato ha detto...:

    La parte relativa ai contro è stata riassunta al minimo per una serie di motivi:
    - aprire un profilo aziendale che non ha il successo sperato non ha ripercussioni sull'azienda (tranne nel caso di grandi brand). Quindi vale la pena provare anche se i vantaggi possono essere pochi.

    - avendo citato già le categorie che potrebbero sfruttare pinterest, era implicito il motivo che esclude le altre ( ossia scarsa utilità di contenuti visivi se non accompagnati da info dettagliate, come per settori quali l'elettronica,etc.).

    Spero di aver completato le info dell'articolo con questo commento. Grazie per la segnalazione!

Posta un commento

Archivio Blog

Categorie